Anche se la stagione balneare si avvia alla conclusione, la Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto continua il suo costante impegno e lavoro coeso per definire sempre nuovi progetti che puntino al migliorare non solo i servizi offerti agli utenti, ma anche le azioni verso una migliore cura e sostenibilità ambientale.

Va proprio in questa direzione la convenzione che i primi cittadini hanno sottoscritto con la Regione del Veneto. A loro sarà affidata la gestione operativa dell’attuazione di alcune azioni nell’ambito del progetto MARLESS – MARine Litter cross-boarder awareNESS and innovation actions, nell’ambito del Programma INTERREG ITALY-CROATIA, bando progetti “Strategici”, Asse Prioritario 3, Obiettivo Specifico 3.1.

La principale finalità del progetto riguarda appunto il contrasto al problema dei rifiuti marini sotto diversi aspetti, al fine di ottenere risultati concreti e misurabili ad esempio nella riduzione delle plastiche che arrivano dall’entroterra attraverso i corsi d’acqua, o di quelle che vengono prodotte nell’ambito del settore turistico e dell’acquacoltura. Il progetto si propone di sviluppare 6 pacchetti di azioni (WP), affrontando le cause dirette ed indirette della produzione del rifiuto marino.

La Regione del Veneto – Direzione Progetti Speciali per Venezia, in qualità di Partner n. 11 del progetto MARLESS, con la Convenzione proposta, intende dunque avvalersi dell’Associazione “Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto” per l’attuazione di alcune attività previste nel pacchetto di azioni WP4, relativo alle attività di sensibilizzazione e di governance, al fine di assicurare un evidente valore aggiunto al progetto e contribuire al raggiungimento degli obiettivi previsti.

Positivo il riscontro di tutti i sindaci presenti, guidati dal sindaco di San Michele al Tagliamento – Città di Bibione, Pasqualino Codognotto «Si tratta di un progetto importante, che tocca la sensibilità di tutti, perché il tema della plastica in mare è ormai patrimonio di conoscenza di ciascuno. Ogni studio, analisi o relazione che vadano in questa direzione, quindi, va sostenuto con ogni mezzo».

La copertura finanziaria delle attività previste dalla Convenzione, approvata all’unanimità dai primi cittadini nel corso della riunione in videoconferenza, è pari ad un importo complessivo massimo di € 70.000,00 (IVA ed ogni altro onere compreso), somma che i comuni non dovranno anticipare alla Regione.

A margine della riunione, inoltre, i primi cittadini hanno ringraziato il prezioso contributo portato dal Commissario straordinario per la città di Eraclea, Giuseppe Vivola. Per lui, infatti, si trattava dell’ultimo incontro con i primi cittadini, prima delle elezioni per il rinnovo del consiglio comunale cittadino.